Skip to main content
Rami lunghi come liane

POTHOS


Il Pothos cresce molto velocemente, ogni ramo è in grado di produrre, in maniera completa, una nuova foglia ogni settimana, durante il periodo vegetativo. C’è chi lo fa crescere sopra un tutore e chi lo fa crescere ricadente

Introduzione

Prima cosa da dire: il Pothos NON è uno Scindapsus, nè un Philodendron Scandens! Non che sia un’informazione rilevante, ma se per caso doveste trovarvi a discutere con un botanico o un esperto di piante dotato di una certa dose di saccenza, potreste fare brutta figura. Lo Scindapsus è un tipo di aracea strettamenta imparentato con il Philodendron Scandens, molto simile al Pothos, sicuramente, ma leggermente diverso per alcuni aspetti; se proprio volete chiamare il vostro Pothos con il classico altisonante nome botanico sfoderato da chi vuol fare vedere di saperla lunga sul mondo delle piante, tipo il sottoscritto (LOL 😀 ), chiamatelo Epipremnum Aureum.

Epipremnum Aureum è il nome specifico della varietà in assoluto più diffusa di Pothos, una pianta molto facile da mantenere, che, si trova più o meno in uno spazio chiuso su due, in Italia, sia questo un appartamento, un ufficio, un ristorante o una sala da thè.

Comunque, noi lo chiameremo Pothos, non perchè è il nome corretto, anzi. Come spiego meglio in questo articolo, quello dell’Epipremnum Aureum forse l’unico caso in cui una pianta è conosciuta a tutti con un nome che in realtà è di un’altra specie. Insomma, non è dato sapere il perchè, ma la parola “Pothos”, identifica impropriamente la pianta di Epipremnum Aureum per il 95% dei piantofili. Quindi ahimè, per semplicità, anche qui lo chiameremo Pothos.


Varietà di Pothos

La varietà di Pothos più diffusa è quella base (Epipremnum Aureum), ma se volete colori più particolari, andate sul Pothos Neon, con foglie di un verde talmente chiaro da sembrare giallo, oppure sul Pothos Marble Queen, con foglie dalle striature bianche e delicate. Ne volete uno bicolore? In questo caso, prendete un Pothos ‘Njoy, foglie misto verde/panna irresistibili! Insomma, ce n’è per tutti i colori e, vista la resistenza di questa pianta, è molto probabile che decidiate di colorare le vostre pareti con tutte la varietà elencate.

Pothos Neon
Pothos ‘Njoy

Condizioni ideali per tenere un Pothos in casa

Il Pothos è molto diffuso per due motivi: è molto decorativo, con le sue foglie verdi screziate (il colore definisce la varietà) e i suoi lunghi rami ricadenti; il secondo motivo è che è molto facile da mantenere.

L’aspetto principale da considerare è la luce. Sembra incredibile, ma esemplari di Pothos della stessa varietà possono avere fogliamo di aspetto completamente diverso; e ciò è causato proprio dalle condizioni di luminosità in cui si trovano a crescere. Se acquistate una pianta di Epipremnum Aureum e la tenete in un angolo semi-buio di casa, produrrà una foglia verde dopo l’altra (anche molto lentamente) senza differenze l’una dall’altra. Provate a mettere la stessa pianta di Pothos in un luogo bello luminoso di casa vostra, et voilà! Ecco che ogni nuova foglia assumerà screziature giallastre, bianche o verde chiaro, a seconda della varietà, che conferiranno a ciascuna foglia del vostro Epipremnum un aspetto unico e sicuramente più vivo!

Per chiudere il capitolo “Illuminazione” sappiate che, come molte piante di origine tropicale, il Pothos non apprezza i raggi solari diretti, che possono causare anti-estetiche bruciature sulle foglie, rendendole uniche, ma stavolta in senso negativo.

Il Pothos cresce molto velocemente, ogni ramo è in grado di produrre, in maniera completa, una nuova foglia ogni settimana, durante il periodo vegetativo. C’è chi lo fa crescere sopra un tutore e chi lo fa crescere ricadente. Io preferisco di gran lunga quest’ultima soluzione, anche perché i rami del Pothos sono davvero resistenti, se ci fossero dei mini-voi alti 30cm del peso di 500 grammi, potrebbero tranquillamente usare i rami come liane! Ma abbandoniamo il ramo fantascientifico psico-labile…se volete che il vostro pothos esprima il meglio di sé in chiave decorativa, posizionatelo su una mensola, un mobile, una libreria e lasciate che cresca. OK, quando i rami arrivano a toccare terra, forse è il caso di darci un taglio!

Va bene che cresce velocemente, già di per sé, ma se volete premiarlo garantendogli il giusto nutrimento, utilizzate un buon concime liquido per piante verdi.

Infine una paio di informazioni di servizio.

La temperatura ideale, neanche a dirlo, è compresa tra i 15 e i 25 gradi, quindi in casa sta benissimo. L’Epipremnum Aureum non soffre neanche troppo il clima secco tipico delle nostre case nei mesi invernali, ma comunque ogni tanto dategli una “nebulizzata” utilizzando preferibilmente acqua distillata, per evitare di macchiare le foglie.

L’acqua non è un problema. Il Pothos è una pianta da appartamento resistente, potete dargli acqua ogni due settimane in inverno, o comunque quando il terreno è asciutto.


Possibili problemi

Il Pothos è davvero facile da mantenere. I potenziali problemi sono ridotti all’osso.
Vi basterà non eccedere con le irrigazioni, pena l’ingiallimento e la caduta del fogliame; solo se vorrete perseverare, allora il vostro Epipremnum Aureum potrebbe andare incontro a marciume radicale, ma ora vi do un motivo per non farlo: se volete avere un Pothos con foglie gialle, c’è la varietà “Neon” che ha splendide foglie di un acceso verde chiaro. Comunque, tornando al discorso “eccesso idrico” la soluzione sarà semplice: smettete di innaffiarla. Tornate a farlo solo quando il terreno si sarà ben asciugato (inserito il dito all’interno per verificare) e poi riprendete con annaffiature regolari, bloccandovi ogni volta che fuoriesce acqua nel sottovaso.


Propagazione Pothos

Propagare il Pothos è un vero piacere. Basterà infatti tagliare uno o più rametti nella loro sezione finale, metterli in acqua e già dopo pochi giorni (se fate questa operazione da febbraio in poi) spunteranno le prime radici. Una volta sviluppate sufficientemente potete già interrare i vostri rametti di Pothos.

Se preferite potete anche lasciar crescere le vostre nuove piantine di Epipremnum Aureum in acqua; è una variazione molto elegante e particolarmente indicata per questo tipo di pianta. Chiaramente, in questo caso, il vostro Pothos crescerà molto più lentamente.


Considerazioni Finali

Un’ultima cosa: come vi ho detto, io preferisco far crescere i rami del mio Pothos liberamente, penzoloni da una mensola o da una libreria. Ma ci sono tante altre soluzioni creative che esaltano la natura decorativa di questa pianta da appartamento. Bisogna solo trovare il modo di orientare i rami, e poi potrete lasciare spazio alla fantasia!


  • Livello difficoltà

    Basso

  • Illuminazione

    Luce Indiretta Media

  • Irrigazione

    Due terzi terreno asciutto

  • Livello Umidità

    Medio

  • Ritmo Crescita

    Medio

Piante, Piante e ancora Piante

Simile a

Falangio

Mini-piante al posto dei fiori

Monstera Deliciosa

La pianta icona dello Stile Urban Jungle

Scindapsus Pictus

Foglie Screziate d’Argento

Leggi anche

Aloe

Una pianta dai poteri curativi

Hibiscus

Fiori Giganti che sanno di Hawaii

Limone

Profumo d’Oriente e di Mediterraneo

Novità in Caffè Tropicale

Le 10 Piante da Interno più Cool

Stephania Erecta, Calathea Orbifolia, Alocasia Zebrina: eccovi la lista delle 10 piante più cool che si possano avere in casa, almeno per quest’anno!

Le 5 piante più Facili da Tenere in Casa

“Non Esistono Pollici Neri” è il motto di pianteincasa.com e uno dei modi che avete per provare a voi stessi questa incontrovertibile verità è comprare una pianta facile da mantenere e mettervi alla prova. Il primo passo è leggere questo articolo fino in fondo.